Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Earlier
  2. Salve a tutti, Mi chiamo Niccolò e mi occupo di "digitalizzazione delle professioni" per una nota società di consulenza. Sto conducendo delle ricerche di mercato in ambito "strumenti digitali per il lavoro". Vorrei cortesemente chiedervi delle vostre opinioni/esperienze. Nello specifico, sarebbe interessante sapere come i commercialisti utilizzano le email e cosa si aspettano di trovare da un servizio di email professionale. Avrei qualche domanda da porvi, ma sarebbe utile anche qualche vostro pensiero libero riguardo all'argomento. Ogni informazione raccolta sarà trattata come dato aggregato, con nessun rifermento alla fonte. Vorrei sapere da voi: - Quale client email utilizzate? (Outlook, Gmail, Aruba, o altri) - Utilizzate un servizio gratuito o a pagamento? - È importante per voi avere un nome a dominio personalizzato? (come per esempio nome.cognome@nome-azienda.com; invece che per esempio nome.cognome@gmail.com) (motivare la risposta se possibile) - Utilizzate la funzione contatti/rubrica nella vostre webmail? (motivare la risposta se possibile) - Utilizzate la funzione calendario nella vostra webmail? (motivare la risposta se possibile) - Utilizzate le firme digitali? (motivare la risposta se possibile) - Ci sono delle funzionalità a cui avete pensato, ma che non avete mai trovato in una webmail professionale? - Utilizzate servizi aggiuntivi per la cybersicurezza delle vostre caselle email? - Che peso date alla sicurezza online ed ai rischi che possono arrivare tramite email? Avere dei dati a riguardo mi sarebbe immensamente utile nell'immediato perché non esistono dati o ricerche precedenti. Questo tipo di ricerche sono condotte per migliorare le condizioni di lavoro e sono precursori di miglioramenti futuri per tutta la categoria. Quindi aiutandomi fareste indirettamente un favore anche a voi stessi. Sarebbe ancora più utile effettuare delle interviste one to one, ma forse chiederei troppo. Vi sono immensamente grato. Buona serata a tutti.
  3. Ipotesi: con p.iva internazionale, acquisto un bene da un'azienda tedesca con fattura col solo imponibile. Non registro la fattura in contabilità: a cosa vado incontro? Grazie.
  4. Salve a tutti, nelle prossime settimane conto di aprire uno studio come logopedista. Vorrei sapere se, aprendo P. IVA, sarei inquadrabile come libero professionista o ditta individuale. Ho trovato in Rete diversi articoli (tipo: https://www.fiscozen.it/blog/aprire-partita-iva/) ma vorrei sentire esperienze dirette. Grazie!
  5. Ciao! Se il download è gratuito (e al massimo è richiesta l'iscrizione ad un sito) non si può parlare di vendita Se, invece, proponi anche servizi a pagamento con tariffe standard (e non come consulenze personalizzate, il cui costo cambia da cliente a cliente), la tua attività viene assimilata ad un e-commerce e, quindi, rientra nell'ambito delle vendite per corrispondenza (Cod. ATECO 47.91.10 “commercio al dettaglio via internet”). Devi, pertanto, attivare la P. IVA come commerciante, iscriverti al Registro delle Imprese, alla Camera di Commercio e alla Gestione Commercianti dell'INPS. Qui trovi maggiori informazioni sulla procedura di attivazione e sui relativi costi: https://www.fiscozen.it/blog/aprire-partita-iva/
  6. Buongiorno a tutti! Sto considerando l'opzione di tornare in Italia approfittando dei bonus rimpatriati previsti del Decreto Crescita. Il bonus consiste in una riduzione della base imponibile IRPEF dal 70% al 90% (lasciando invariate le contribuzioni INPS al 23%). Nel mio caso, non sono assunto e ricevo dividendi da una company basata in un paese estero. Visto che i dividendi sono reddito dal 2017, e' possibile applicare la riduzione anche ai dividendi percepiti, normalmente soggetti a una tassazione del 26%?
  7. Buonasera, vorrei avere gentilmente dei chiarimenti per sapere quali sono i requisiti per l'apertura di un'attività di gommista. Ho un diploma di meccanica di tre anni, ottenuto nel 1995. Ho sempre avuto il sogno di aprire l'attività di gommista, ma purtroppo per difficoltà varie, ho dovuto accontentarmi di lavori in altri settori (lavori sul tornio, settore alimentare, ma purtroppo MAI nel settore delle gomme), anche se nel mio privato ho comunque continuato ad informarmi e a fare vari lavoretti di meccanica e di gommista per auto e moto. Ora all'alba dei 43 anni, vorrei veramente capire se mi devo mettere il cuore in pace. In base alle informazioni indicate, potrei mai avviare un'attività simile? Grazie mille.
  1. Load more activity
×